Utilità dei test

  • Efficacia dei test

Efficacia del Test Microbiologico: BPA Bacterial Periodontal Assessment

I laboratori di ricerca Biomolecular Diagnostic nascono con lo scopo di fornire un servizio di analisi altamente specifico in ambito odontoiatrico. Il test microbiologico parodontale BACTERIAL PERIODONTAL ASSESSMENT è il risultato di un protocollo validato e standardizzato su migliaia di analisi e rappresenta un prodotto indispensabile per il clinico parodontale. L'identificazione e la quantificazione dei principali patogeni parodontali supporta e guida il clinico nella fase di diagnosi della malattia e consente di redigere un piano terapeutico parodontale personalizzato biologicamente guidato.

Bacterial Periodontal Assessment rappresenta, inoltre, uno strumento di controllo oggettivo dell'intervento terapeutico e del protocollo di mantenimento. Studi retrospettivi condotti dai nostri ricercatori hanno evidenziato che esiste una corrispondenza statisticamente significativa tra i risultati dei test microbiologici e il quadro clinico. Inoltre, il ripristino post terapia di un assetto microbiologico associabile ad uno stato di salute parodontale, corrisponde ad un miglioramento dei parametri clinici in termini di rigenerazione ossea, diminuzione della profondità di tasca, assenza di sanguinamento e suppurazione.

Efficacia del Test di Valutazione del Rischio Parondontale: GPS Genetic Periodontal Screening

I ricercatori Biomolecular Diagnostic sono stati pionieri nel creare un test di valutazione del rischio parodontale unico al mondo (Genetic Periodontal Screening) che consente al clinico di personalizzare il piano terapeutico in base all'assetto genico relativo alle principali molecole coinvolte nella regolazione del processo infiammatorio e del metabolismo osseo.

Genetic Periodontal Screening rappresenta, inoltre, un valido strumento di prevenzione da utilizzare in soggetti non affetti da parodontite al fine di testare la loro suscettibilità allo sviluppo della malattia parodontale.
L'utilizzo combinato del test genetico GPS e del test microbiologico BPA costituisce uno strumento innovativo e indispensabile per un approccio personalizzato e biologicamente guidato al trattamento parodontale.

Efficacia del Test di Valutazione dell'Attività Enzimatica MMP-8

La valutazione dell'attività enzimatica della MMP-8 a livello del fluido crevicolare o sulculare rappresenta un ulteriore strumento a disposizione del clinico per supportarlo sia in fase di diagnosi che nel corso della terapia parodontale/perimplantare.
Il test è in grado di evidenziare la presenza di infiammazione a livello dei tessuti del cavo orale già ai primi segni di gengivite e mucosite, consentendo trattamenti clinici preventivi che eviteranno interventi maggiormente invasivi o il fallimento della chirurgia implantare.

La ricerca scientifica, dimostra inoltre che un aumento dei livelli di aMMP-8 correla con la fase attiva e la progressione della malattia parodontale e perimplantare con conseguente aggravamento dei parametri clinici, danno tissutale fino alla perdita degli elementi dentali e/o degli impianti. La riduzione o la scomparsa dell'attività enzimatica di MMP-8 valutata con i test eseguiti post trattamento, rivela l'efficacia terapeutica ed accerta il ripristino dello stato di salute a livello parodontale e perimplantare.

Monitoraggio come supporto al trattamento parodontale

Si consiglia il test diagnostico per il rischio di parodontite a tutti i pazienti e ad ogni controllo, prima della pulizia professionale (quindi una o due volte l'anno).

Un intervento precoce e professionale può evitare l'insorgere della malattia parodontale: con questo test il rischio di svilupparla viene identificato ben prima che i metodi tradizionali quali il sondaggio e il controllo ai raggi X evidenzino una degenerazione del tessuto in atto. Per poter identificare in modo affidabile la degenerazione collagenolitica del tessuto che procede a onde (incrementi a 6-12 mesi), lo screening aMMP-8 deve essere effettuato almeno una volta l'anno come parte dei controlli regolari, quale prevenzione e mantenimento a supporto di una terapia parodontale.